Lo stadio di Siracusa nel cuore della Borgata - itSiracusa

itSiracusa

MONUMENTI SPORT STORIA

Lo stadio di Siracusa nel cuore della Borgata

lo Stadio di Siracusa

Lo stadio di Siracusa tra qualche anno compirà cento anni. L’architetto catanese Raffaele Leone ricevette l’incarico per progettare l’opera nel 1929. Era prevista oltre alla tribuna coperta di 1000 posti ed una gradinata di 2000, una pista di atletica, 3 campi da tennis, più un campo di volley e basket. Il progetto fu inviato a Roma ma i funzionari lo ridimensionarono. L’inaugurazione avvenne nel 1932.

Lo stadio di Siracusa, da Vittorio Emanuele III al compianto Nicola De Simone

Lo stadio di Siracusa si trova a pochi metri dalla Basilica di Santa Lucia, nel quartiere storico della “Borgata”. Negli anni 30 cambiò la denominazione da stadio del “Littorio” a “Vittorio Emanuele III”. Dal 1979 lo si è voluto dedicare a Nicola De Simone, calciatore del Siracusa morto dopo alcuni giorni di coma a fine maggio del 1979, a causa di uno scontro di gioco a Palma Campania nella partita contro la Palmese. Storico anche il gemellaggio nato tra i tifosi del Siracusa e quelli della Juve Stabia, città natale di Nicola De Simone.

Fotointernostadiodesimone
La tribuna centrale “Corrado Siringo”

La tribuna centrale nel 2007 è intitolata a Corrado Siringo, giovane siracusano della formazione Juniores strappato alla vita a causa di un incidente stradale avvenuto in città. La gradinata, invece, da qualche anno porta il nome di “Pippo Imbesi”, vulcanico presidente del Siracusa che si è speso tantissimo per la squadra della sua città. Il campetto in erba sintetica alle spalle della gradinata è dedicato al preparatore atletico Paolo Quattropani scomparso nel 2005. La “Curva Anna”, settore che ospita prevalentemente i sostenitori più caldi dello stadio è intitolata, invece, alla mamma di un capo tifoso del Siracusa.

Internostadiodesimone
Lo stadio “Nicola De Simone”

Le numerose ristrutturazioni nei tempi moderni

Gioie e dolori hanno vissuto i sostenitori del Siracusa all’interno dell’impianto sportivo cittadino che nel corso degli anni ha subito numerose ristrutturazioni. Dal fondo in terra battuta si è passati a quello in erba naturale e nel 2017 all’ installazione dell’erba sintetica.

Il campo “Coloniale” e l’impianto del Foro Siracusano

Agli inizia degli anni Venti un impianto per giocare al calcio si trovava nella zona di via Augusto Von Platen ed era chiamato “Coloniale”. Ancor prima la stracittadina tra l’Esperia (squadra dell’Isola di Ortigia) e l’Insuperabile (formazione della Borgata) si disputava al Foro Siracusano (nella zona dei villini).

Lo stadio di Siracusa nel cuore della Borgata ultima modifica: 2021-03-18T09:00:00+01:00 da Francesco Gallo

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
0
Would love your thoughts, please comment.x